All’IIS Primo Levi sono ripartite le esperienze PCTO in Comelico, dopo l’interruzione estiva. La classe 4BTI è stata a Dosoledo, nel Comelico Superiore dal 30 settembre al 6 ottobre, si darà il cambio con la classe 4BSA del Liceo Scientifico e infine sarà la volta della classe 4ASU del Liceo delle Scienze Umane. Nella settimana di permanenza, come consueto, le classi si misurano con l’autogestione nella cura delle proprie stanze e nella preparazione dei pasti.
“Dopo la sistemazione del sentiero che da Candide porta a Gera, sistemato nella primavera scorsa, questa volta le classi sistemeranno, ciascuna un proprio tratto, il sentiero che porta da Candide a Casamazzagno – dichiara la prof.ssa Maria Luisa Zanfanti, referente del progetto Scuole Outdoor dell’Istituto, che ha anche guidato le operazioni di ripristino del sentiero – a loro poi si uniranno le tante scuole italiane che fanno parte della rete.”
Come consueto, ogni classe deve realizzare anche un “lavoro di indirizzo”, cioè devono lavorare per la promozione del territorio che li ospita producendo qualcosa di attinente al loro indirizzo di studi “In questo caso, gli studenti - informa Fabio Stevanella, docente di Scienze Motorie che ha accompagnato i ragazzi con la collega Sara Bonafin - hanno prodotto un QRCODE che rimanda ad un link relativo alla promozione turistica e culturale delle tre chiese principali del Comune di Dosoledo: quella dedicata a San Leonardo a Casamazzagno, quella di Candide dedicata a S.Antonio Abate e quella dedicata a S. Luca Evangelista a Padola”. Durante la settimana i ragazzi hanno fatto visita al Museo Algudnei, a Dosoledo, e hanno potuto conoscere più da vicino la realtà economica e culturale della Regola, che ha permesso a queste zone un po’ sperdute tra i monti di superare momenti difficili nel corso della Storia, nel nome della solidarietà e della condivisione delle risorse territoriali e non solo.
“Per il nostro Istituto queste esperienze PCTO, in collaborazione con le Scuole Outdoor in rete, hanno rappresentato anche nel periodo difficile dell’emergenza sanitaria, un modo per permettere ai nostri studenti di vivere esperienze umane ed educative molto importanti. – dichiara il Dirigente Scolastico Amos Golinelli – Il ringraziamento sentito va a chi si impegna perché queste esperienze siano sempre all’altezza delle aspettative: i docenti dell’Istituto, il Comune di Comelico Superiore e la gestione dell’hotel che ci ospita mettendoci a disposizione gli spazi necessari per l’autogestione.” Ci si augura che non riprendano solo queste attività “speriamo di poter ricominciare anche con i viaggi di Istruzione, - prosegue il Dirigente Scolastico - cominceremo con le classi quinte che dovrebbero partire tra fine novembre e la prima metà di dicembre. Certo abbiamo dovuto proporre mete raggiungibili con il pulman, anche all’estero, per poter intervenire abbastanza agilmente in caso di positività al COVID, ma siamo certi che anche questo sia un importante passo verso la normalità che tutti ci auguriamo di poter riconquistare.”

c.m.

Una bella esperienza per gli studenti del Primo Levi - Rovigo.News

Allegati:
FileDimensione del FileCreato
Scarica questo file (LaVoce_13_10_2022.jpg)La Voce _13_10_2022662 kB13-10-2022