Una giornata all’insegna dello sport e del divertimento quella che si è svolta nella mattinata di venerdì 1 ottobre per gli studenti dell’istituto Primo Levi di Badia Polesine. I ragazzi delle classi prime si sonoOrienteering Gruppo infatti cimentati in una gara di orienteering per le vie del centro cittadino, organizzata dall’Istituto con la collaborazione dell’USP Vicenza. Dopo essersi riuniti nella palestra della sede Einaudi con i docenti e i rispettivi tutor di quarta e quinta coinvolti nel l’iniziativa, gli studenti si sono recati al Parco Bruno Munari, dove ha avuto inizio la sfida. La gara consisteva nel concludere nel minor tempo possibile il percorso stabilito dagli organizzatori, spostandosi in coppia per le vie del centro di Badia per raggiungere i luoghi contrassegnati nella mappa data in dotazione ai ragazzi e rispondendo ad alcune domande riguardanti il regolamento d’istituto e le norme anti Covid. I professori e i tutor, muniti di pettorina gialla, hanno contribuito allo svolgimento in sicurezza della gara aiutando e sorvegliOrienteering Gruppo2.jpegando i giocatori vicino alle tappe più importanti. Una volta conclusa la sfida, ai ragazzi è stata offerta una merenda, dalla Pasticceria Borsari di Badia Polesine, e sono stati resi noti i nomi dei primi arrivati di ogni classe e dell’intero Istituto. L’attività è stata molto coinvolgente, gli studenti si sono divertiti e hanno avuto la possibilità di rinforzare i legami con i componenti del gruppo classe, obiettivo a cui aspiravano i docenti e i tutor tramite l’iniziativa.
“Le diverse attività proposte agli studenti delle classi prime - dichiara il Dirigente Scolastico Amos Golinelli – per noi sono un modo per farli sentire accolti in una comunità educante ad ampio spettro: curiamo il loro apprendimento, ma ci interessa anche che costruiscano tra di loro relazioni significative. Alcuni docenti, che ringrazio, dedicano molta attenzione all’organizzazione di questa fase. Rivolgo inoltre un ringraziamento particolare anche all’Amministrazione Comunale che ci dà la possibilità di organizzare attività come queste in un bellissimo spazio, oltre al Parco Munari infatti a fare fare da scenario la bellissima Abbazia della Vangadizza, ma anche all’Associazione Calcio e alla Parrocchia che ci hanno dato la possibilità di transitare all’interno delle loro pertinenze. Lo sforzo organizzazione insomma è consideevole, ma l’apprezzamento da parte degli allievi e delle loro famiglie ripaga tutti.”

(M.F.)

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (06_10_2021_ RovigoOggi.it.pdf)06_10_2021_RovigoOggi1263 kB
Scarica questo file (Carlino_09_10_2021.jpg)Il resto del Carlino_09_10_2021260 kB
Scarica questo file (La_Voce_09_10_2021.jpg)La Voce _09_10_2021509 kB