Nel pomeriggio di venerdì 16 settembre, presso il Palazzetto dello sport, a partire dalle ore 17.00, il Dirigente scolastico Amos Golinelli, con i docenti dello staff di presidenza dell'IIS "Primo Levi" di Badia Polesine, Laura Trivellato e Maria Grazia Campioni, per la sede "E. Balzan" e Rita Malaspina e Daniele Borghi, per la sede "L. Einaudi", ha incontrato i genitori degli studenti del suo Istituto.
Motivo dell'incontro condividere informazioni e buone pratiche per poter garantire un proficuo svolgimento delle attività didattiche e della vita scolastica in generale.
Oltre che di permessi di entrata e di uscita, di abbigliamento, che deve essere adeguato all'ambiente scolastico, di uso responsabile del cellulare, della possibilità di attivare la DAD in caso di infortuni o malattie che impediscano la frequenza dalle lezioni per più di 15 giorni, si è parlato anche di una auspicabile ripresa dei viaggi di istruzione, anche all'estero per le classi quinte, che, negli anni pre pandemia, sono sempre stati un fiore all'occhiello per l'istituto badiese. "È importante mantenere un dialogo sempre aperto con le famiglie dei nostri studenti - commenta il Dirigente Scolastico - perché solo una fruttuosa collaborazione può contribuire alla buona riuscita delle attività proposte, siano esse scolastiche o extrascolastiche".
Buona la partecipazione delle famiglie, che hanno anche potuto rivolgere domande attinenti le attività di PCTO (ex alternanza scuola lavoro) per le classi del triennio, e all'orientamento in uscita per gli studenti più grandi. L'Istituto negli anni di pandemia è riuscito, nonostante tutto, a permettere ad alcune classi di compiere importanti esperienze di PCTO a Torino, in Sicilia, in Comelico e nell'Arcipelago Toscano e si tenderà a dare maggiore importanza a queste esperienze per le classi terze e quarte, che potranno così compiere esperienze di lavoro in contesti protetti e dalla grande valenza educativa e civile.
"Il nostro Istituto - prosegue il Dirigente - con le sue 54 classi e suoi quasi mille studenti, può essere molto complicato da gestire. Così come è fondamentale nutrire il senso di appartenenza dei docenti, è importante che anche i genitori si sentano partner importanti; per superare, in ogni contesto, l'atteggiamento critico e sterile di chi si lamenta quando qualcosa non va, si devono creare momenti di dialogo e di condivisione. Ogni famiglia tende a considerarsi a sè, e a volte le situazioni sono così particolari che è comprensibile, ma un Istituto così grande richiede davvero condivisione e visione d'insieme." Numerosi i genitori intervenuti, a confermare che di dialogo e presenza c'è bisogno, da parte di tutti.

 

c.m.

www.rovigo.news/incontro-con-i-genitori-per-condividere-obiettivi-ed-iniziative/

 

Allegati:
FileDimensione del FileCreato
Scarica questo file (Gazettino_21_09_2022.jpg)Gazzettino_21_09_2022316 kB21-09-2022

Un caloroso benvenuto alle nostre 13 classi prime!

1AEC  1BEC 
   
   
   
 1ASU  
 1ATEI  1BTEI
 1CTEI  

Nella mattinata di mercoledì 7 settembre si è tenuto presso il Palazzetto dello Sport il primo collegio dei docenti dell’IIS Primo Levi di Badia Polesine, per l’a.s. 2022 – 2023.
Ai 129 docenti in servizio, ne manca ancora qualcuno, il Dirigente Scolastico ha presentato lo Staff di presidenza, riconfermando quello dello scorso anno: la prof.ssa Laura Trivellato, Vicaria, la prof.ssa Rita Malaspina, responsabile della sede “L. Einaudi”, la prof.ssa Maria Grazia Campioni e il prof. Daniele Borghi. In apertura del collegio, il Prof. Arturo Bernecoli, Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), e coordinatore provinciale e regionale della rete SIRVESS (Sistema di riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole), ha informato tutti i docenti sulle regole di mitigazione degli effetti delle infezioni da Sars CoV-2, individuate facendo riferimento al vademecum illustrativo, documento riassuntivo delle indicazioni già trasmesse alle istituzioni scolastiche dallo stesso Ministero, a partire dalla Nota 1998 del 19 agosto a firma del Capo Dipartimento Versari, e alle Note tecniche pubblicate sul sito istituzionale dell’Istituto Superiore della Sanità. Bernecoli, reduce da un seminario di aggiornamento, tenuto presso l’Istituto Marconi di Padova, proprio sulle novità della normativa inerenti alla ripresa dell’attività didattiche, ha ribadito che “Dopo due anni di forti limitazioni, stiamo andando verso la normalità”.
Non sono più previste le mascherine all’interno dell’istituto, se non per i “lavoratori fragili” da individuare con opportuna documenta, e anche il distanziamento di un metro può essere derogato. La DAD potrà essere attivata solo su richiesta della famiglia e solo in caso di gravi infortuni e/o malattie che pregiudichino la normale frequenza della lezioni per un periodo di almeno 15 giorni. Per disposizioni inerenti alla gestione di eventuali positivi e conseguenti contatti, si dovrà attendere ancora qualche giorno, in modo tale da non farsi sorprendere da nuove disposizioni di legge.
Il livello di attenzione insomma rimane alto, nonostante un primo allentamento delle strategie di contenimento dei contagi, e si rimane pronti ad eventuali cambi di passo se le circostanze lo richiederanno.
Durante l’estate all’interno dell’Istituto si è lavorato per installare i nuovi monitori interattivi, acquisiti con la partecipazione ai bandi dei progetti PON (Programma Operativo Nazionale), del Ministero e per collocare le 54 classi, due più dello scorso anno, con ben 13 prime.
Tanti i progetti di cui si tornerà a parlare nelle prossime settimane, per accogliere nel migliore dei modi i ragazzi di prima e per garantire il benessere di tutti gli studenti, da quest’anno è attivo anche il regolamento per la “carriera alias”. Tra i tanti, vale la pena ricordare la collaborazione con l’associazione “La Volanda”, con la quale è stata siglata una collaborazione che dovrebbe portare alla realizzazione di un progetto di “scuola potenziata”: l’Istituto superiore gestirà l’inserimento in appartamento di alcuni suoi studenti che, accompagnati da loro insegnanti, si cimenteranno con percorsi di crescita nell’autogestione. Riprenderanno anche i viaggi di Istruzione e i progetti europei, dopo la sospensione dovuta all’emergenza sanitaria, che consentiranno agli studenti di riprendere a viaggiare e conoscere culture diverse. “Siamo tutti ben contenti di iniziare il nuovo anno scolastico senza l’obbligo delle mascherine - dichiara fiducioso il Dirigente Scolastico Amos Golinelli – e auspico che si possa vivere un anno scolastico all’insegna di una progressivo e continuo riavvicinamento alla normalità delle relazioni educative e personali, che sono fondamentali per la crescita dei nostri studenti. Tutto il corpo docente negli ultimi due anni è stato costretto dall’emergenza sanitaria ad aggiornarsi sull’uso delle nuove tecnologie nella didattica e nell’educazione, pertanto il “fare scuola” sarà comunque rinnovato. Inoltre, avere la squadra dei docenti quasi al completo, ci permetterà di iniziare al più presto con uno svolgimento regolare delle lezioni.”

c.m.

https://www.rovigo.news/dopo-due-anni-di-forti-limitazioni-la-scuola-va-verso-la-normalita/

 

Allegati:
FileDimensione del FileCreato
Scarica questo file (LaVoce_12_09_2022.jpg)La Voce _12_09_2022416 kB12-09-2022
Scarica questo file (Gazzettino_12_09_2022.jpg)Gazzettino_12_09_2022623 kB12-09-2022

la volanda 1Lunedì 22 agosto c’è stato un incontro preliminare tra il Dirigente Scolastico Amos Golinelli, la prof.ssa Simona Romanin referente per l’inclusione scolastica, Ugo Mariano Brasioli presidente dell’associazione La Volanda e la psicologa Annalisa Rainone per definire una collaborazione per un progetto di “Scuola Potenziata”. L’incontro ha avuto un esito positivo e ora si attende solo l’adesione delle famiglie. Con la ripresa delle attività scolastiche, l’accordo offre la possibilità per alcuni studenti di provare l’esperienza dell’autogestione in ambiente protetto. In pratica, l’Istituto superiore Primo Levi gestirà l’inserimento in appartamento di alcuni suoi studenti che, accompagnati da loro insegnanti, si cimenteranno con percorsi di crescita nell’autogestione.

https://www.rovigo.news/obiettivo-inclusione-scolastica/

 

Allegati:
FileDimensione del FileCreato
Scarica questo file (LaVoce_02_09_2022.jpg)La Voce _07_09_2022328 kB03-09-2022

Classe3AL 2“A fare la differenza sono stati le studentesse e gli studenti dell’Istituto Primo Levi che hanno fatto da guide ai visitatori” con queste parole Giampaolo Rossi, presidente dell’Associazione culturale “Mons Giovanni Marcato” di Jesolo, suggella la positiva collaborazione tra l’associazione, il Centro Culturale Terzo Millennio “L. Boscolo” e l’IIS Primo Levi di Badia Polesine, concretizzatasi nella mostra “I mosaici di San Marco. A 160 anni dal Natale di Venezia”.
La mostra, allestita presso il Centro Congressi Kursaal di Jesolo, dal 24 giugno al 15 luglio, visitata da circa un migliaio di persone, ha avuto infatti ciceroni molto particolari: gli studenti e le studentesse delle classi 3 A del Liceo Linguistico e 3B del Liceo delle Scienze Umane dell’Istituto Badiese, che nei mesi precedenti si sono formati sia sui mosaici e le loro simbologie, con la docente di Storia dell’Arte Serena Mazzetto e con il prof. Roberto Filippetti, curatore della mostra, sia sulla loro presentazione nelle tre lingue straniere studiate: Tedesco, Inglese e Francese.
Gli studenti e le studentesse, divisi in tre gruppi, ciascuno accompagnato da un docente, hanno svolto una importante esperienza di PCTO (ex alternanza scuola – lavoro), comprensiva anche dell’autogestione del loro soggiorno a Jesolo.
“Esperienze come questa – commenta la prof.ssa Maria Grazia Campioni, referente PCTO dell’Istituto - permettono agli studenti e alle studentesse di potenziare le loro competenze linguistiche nella prospettiva di una scelta universitaria ed occupazionale, oltrechè favorire la motivazione all'apprendimento, un incremento del grado di autonomia degli studenti, che possono sviluppare anche capacità di mediazione (importantisime anche per la gestione della convivenza). Gli studenti possono inoltre toccare con mano il loro agire competente, che è compreso nella sua complessità, dal momento che ogni singolo contributo è fondamnetale per il conseguimento del risultato finale”
Classe 3BSU 2“Non pochi visitatori hanno aggiunto che la presentazione degli studenti ha fatto nascere il desiderio di andare a vedere di persona i mosaici nella Basilica di San Marco o di ritornarvi per poterli apprezzare maggiormente dopo averli più profondamente compresi” - prosegue Rossi, che conclude “Personalmente posso aggiungere di essere stato molto colpito dalla serietà e dalla composteza delle studentess e degli studenti, solerti anche a dare la loro collaborazione nella fase di allestimento mostra e in ogni altra incombenza che si fosse resa necessaria nella sua quotidiana gestione.”
“Il riscontro altamente lusinghiero del sig. Rossi ci riempie di orgoglio – commenta il Dirigente Scolastico Amos Golinelli- anche perché l’impegno dell’Istituto per la buona organizzazione e riuscita di questo progetto è stato davvero molto importante, anche perché la sua realizzazione si è protratta ben oltre il termine delle lezioni, in un periodo in cui si svolgono gli Esami di Stato e iniziano le ferie per il corpo docente. Ancora una volta a fare la differenza sono stati il senso di appartenenza e l’abnegazione di docenti e studenti, che hanno scelto di adoperarsi per realizzare questo progetto che non solo valorizza il territorio, ma anche il nostro Istituto collocandolo tra i partner che a livello regionale possono contribuire a promuovere la cultura e la riscoperta del patrimonio artistico. Un ringraziamento è d’obbligo per tutti coloro che ancora una volta hanno portato il nostro Istituto agli onori della cronaca per motivi altamente lusinghieri.”

c.m.

https://www.rovigo.news/una-positiva-collaborazione-tra-lassociazione-e-la-scuola/

 

Allegati:
FileDimensione del FileCreato
Scarica questo file (Gazzettino_18_08_2022.jpg)Gazzettino_18_08_2022207 kB18-08-2022
Scarica questo file (LaVoce_18_08_2022.jpg)La Voce _18_08_2022579 kB18-08-2022