Nella mattinataVeneto Legge di venerdì 24 Settembre, le classi III A TE. IV A TE e IV C TE/TI dell’I.I.S. “Primo Levi di Badia Polesine, sotto la guida dei loro docenti di Lettere coordinati della docente Valeria Franca Virgili, mediante la lettura ad alta voce ed il commento di brani particolarmente significativi della produzione dantesca, hanno sviluppato l’argomento: "Dante: autore moderno?" aderendo così di fatto all’iniziativa "Il Veneto legge. Maratona regionale di lettura"raccogliendo l’invito della Biblioteca Comunale di Badia Polesine che ha caldeggiato la partecipazione degli Istituti presenti sul territorio comunale.
“Queste iniziative – sottolinea il Dirigente Scolastico Amos Golinelli” - rappresentano di certo una possibilità di crescita per i nostri studenti; riuscire a collegare le loro conoscenze all’attualità permette loro di avere maggiore consapevolezza del loro percorso scolastico e anche, perché no, di conprendere che è la cultura personale che fa la differenza, anche se si andranno a svolgere professioni tecniche. Ringrazio quindi i docenti che si sono adoperati con l’impegno di sempre, per dare ai nostri studenti un’ulteriore occasione di arricchimento culturale e personale”.

 

Tra le diverse attiviBullismotà rivolte ai ragazzi e alle ragazze delle classi prime anche un incontro la con la prof.ssa Simona Romanin, referente Inclusione dell’Istituto. “Inclusione” è anche vivere bene con se stessi oltrechè con gli altri, e così da alcuni anni è operativo presso l’Istituto lo Sportello Educativo anti-Bullismo (SEB). La Referente per il Bullismo, realizza per gli studenti che ne fanno richiesta e prendono appuntamento, incontri, nel rigoroso rispetto della privacy, che prevedono colloqui individuali di circa 15 minuti, effettuati in orario curricolare e a distanza attraverso piattaforme ZOOM o MEET, durante le fais di emergenza sanitaria. Obiettivo del servizio è quello di fornire agli studenti uno spazio educativo ed informativo per prevenire o intervenire in caso di comportamenti riconducibili ad atti di Bullismo o Cyberbullismo

 

Accoglienza DirigenzaLunedì 13 settembre: primo giorno dell' a.s. 2021 - 2022: gli studenti e le studentesse delle 9 classi prime dell'Istituto sono stati accolti presso la  sede Balzan e Einaudi dal Dirigente Scolastico, prof. Amos Golinelli, dalla Vicepreside, prof.ssa Laura Trivellato, dai docenti collaboratori del DS Maria Grazia Campioni,Rita Malaspina e Daniele Borghi, dalla/dal docente coordinatrice/ore del Consiglio di Classe e da alcuni allievi "tutor". 

Gli allievi tutor, che frequentano le classi del triennio di ogni indirizzo, nel corso della mattinata hanno aiutato i loro giovani compagni a conoscere meglio la sede mostrando loro i diversi spazi didattici (laboratori scientifici, laboratori linguistici, biblioteca...) e dando qualche buon consigli

Le immagini  propongono alcuni di questi momenti "di accoglienza"

1631515114979 Einaudi 2 Einaudi 1 accoglienza 3

 

 

 

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (La_Voce.jpg)La_Voce.jpg472 kB

Staff

La campanella, che segnerà l’inizio del nuovo anno scolastico, lunedì 13 settembre suonerà alle 8.00 per gli studenti dell’IIS Primo Levi di Badia Polesine. Tutti in presenza, secondo la normativa vigente finora, con ingressi differenziati a seconda della classe frequentata, obbligo di mascherina sempre e di mantenimento di un metro tra le rime buccali, oltrechè la sempre valida indicazione di igienizzarsi spesso le mani, con i prodotti disseminati in ogni aula e in diversi punti dell’Istituto. Misurazione della tempersatura corporea, che non dovrà superare i 37,5°, presso la propria abitazione. 

Ai docenti invece, ha ricordato il Dirigente Scolastico prof. Amos Golinelli, è stata data indicazione di arrivare presso l’Istituto in tempi coerenti con l’obbligatoria presentazione del Green Pass, che dovrà esssere controllato, tramite app del Ministero, da personale delegato dal Dirigente, ogni mattina, finché non entrerà in funzione il controllo da remoto, grazie all’incrocio di banche dati tra Ministero della Salute e MIUR.

L’osservanza delle norme atte al contenimento del contagio deve essere considerato un obbligo di servizio” comunica il Dirigente ai 114 docenti presenti presso il Palazzetto dello Sport sito in via Manzoni a Badia Polesine al primo collegio dei docenti dell’a.s. 2020 – 2021. Molte le nuove presenze, dovute sia alla copertura delle cattedre liberate dai numerosi pensionamenti dello scorso anno, 14 docenti, sia alle operazioni di nomina per gli incarichi annuali, che risultano anticipate rispetto agli scorsi aa.ss.

La prima ora di lezione di lunedì 13 settembre sarà un momento importante per la nostra scuola, i docenti dovranno leggere agli studenti delle diverse classi, le regole previste dal protocollo anticontagio” - ribadisce il DS. Durante il Collegio, infatti, RSPP dell’Istituto, prof Arturo Bernecoli, coordinatore provinciale e regionale SIRVESS, ha tenuto un corso obbligatorio di formazione proprio sul protocollo anticontagio, ricordando ai docenti a quali procedure attenersi ElisaChieregatoprima di entrare in Istituto e una volta entrati. Sono stati individuati inoltre gli spazi covid presso le tre sedi dell’istituto, Balzan, Einaudi e Medie,e i referenti COVID.

Oltre a decisioni che riguardano l’organizzazione didattica, il collegio ha condiviso anche un ricordo della prof.ssa Elisa Chieregato, mancata nel trascorso mese di luglio, dopo una lunga malattia. Dal 1993 la docente ha insegnato Diritto presso la sede L. Einaudi, di cui era diventata un punto di riferimento.

Nei giorni successivi al collegio sono previsti diversi momenti di formazione e informazione per i docenti del Primo Levi, – sottolinea il Dirigente Scolastico - i nuovi docenti infatti entrano in un contesto che proprio nello scorso mese di marzo ha ottenuto il rinnovo della certificazione dei Sistemi di Qualità, che richiede la collaborazione di tutti per tradursi in un miglioramento effettivo del servizio reso.” In occasione dell’incontro Golinelli, che conserva anche la reggenza all’I.C. di Fiesso Umbertiano, ha presentato lo staff di presidenza, che conta un nuovo ingresso, il prof. Daniele Borghi, a sostituzione della prof.ssa Anna Franchi che è stata ringraziata per l’azione svolta. Confermata la prof.ssa Laura Trivellato, Vicaria del DS, e le docenti Maria Grazia Campioni e Rita Malaspina come collaboratrici del dirigente.

Foto in alto, il nuovo staff di Dirigenza. da sx: Borghi Daniele, Malaspina Rita, il Dirigente Golinelli, Trivellato Laura e Campioni Maria Grazia.

Nella foto a destra , la docente Elisa Chieregato, prima a sx, con alcuni colleghi durante un viaggio di Istruzione a Roma)

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (La Voce.jpg)La Voce.jpg608 kB
Scarica questo file (Resto del Carlino.jpg)Resto del Carlino.jpg465 kB
Scarica questo file (RovigoOggi.it.pdf)RovigoOggi.it.pdf560 kB

Golinelli Bernecoli“Sono ancora molti i punti di domanda che aspettano una risposta, non possiamo che aspettare” così riassume il Dirigente Scolastico dell’IIS Primo Levi di Badia Polesine, Amos Golinelli, lo stato d’animo di chi come lui, con il suo staff, deve orgnizzare la ripresa delle lezioni, prevista per il 16 settembre, in piena sicurezza.
Una delle domande più importanti riguarda il grenn pass. Al momento Antonello Giannelli, Presidente nazionale ANP non ha firmato il Protocollo perché l’associazione da lui presieduta è contraria alla possibilità che le scuole si facciano carico del costo dei tamponi. “Inoltre, - si legge sul sito - il testo non chiarisce quali siano i dipendenti non vaccinati che hanno diritto al rimborso del tampone. L’ANP non intende favorire alcuna logica di “sostituzione” della vaccinazione con il tampone. Deve essere chiaro: si tratta di tutela della salute collettiva e questo per noi è prioritario. Ci riserviamo di rivedere la nostra posizione se e quando il testo del protocollo sarà modificato nel senso da noi chiesto”. Un altro importante passaggio è quello dei controlli: la verifica può essere formalmente delegata dal dirigente scolastico, che non può essere contemporaneamente presente in diversi plessi, al personale della scuola. Su questo punto ci sono ancora diverse perplessità. Il personale amministrativo, oggetto anch’esso di tagli consistenti in passato, non è in numero sufficiente per poter rispondere a questa necessità, che si aggiunge alle già complicate operazioni di inizio anno, che anche quest’anno contemplano la nomina a tempo determinato di alcuni docenti. “Nonostante l’UST abbia accelerato i tempi rispetto agli scorsi anni, non posso affermare che il nostro Istituto abbia già a disposizione l’intero corpo docente per assicurare un servizio ottimale fin dai primo giorni” - commenta Golinelli che durante il mese di agosto è stato presente sia presso il Levi, ma anche presso l’IC di Fiesso Umbertiano, di cui però ancora non sa se conserverà la dirigenza.
“Al momento - afferma il prof Arturo Bernecoli, Referente per la sicurezza dell’Istituto e Coordinatore SIRVESS provinciale e regionale – gli unici documenti di riferimento sono il Piano Scuola e una nota tecnica del Ministero, a firma di Stefano Versari di quaslche giorno fa, che contengono però solo delle indicazioni. In base a questi documenti è necessario dare priorità alla didattica in presenza, mantenendo il distanziamento. Dicono anche però che se non è possibile, considerati gli spazi disponibili, mantenere il distanziamento si continuino ad usare le misure non farmacologiche di contenimento, ossia le mascherine chirurgiche. Il Piano Estate riporta anche che dovranno essere gli Uffici Scolastici Regionali a declinare operativamente quanto necessario, ed è questo documento che al momento ancora non c’è. Il Piano scuola è un documento molto ampio che parla delle mense, delle palestre, di sanificazione e di molte altre cose; quello che serve ora è entrare nel merito delle singole questioni e capire cosa bisogna fare.”
“Saranno 50 le classi che torneranno sui banchi di scuola a metà settembre – e purtroppo abbiamo dovuto rifiutare delle iscrizioni alle classi prime, perché pensavamo che i parametri del distanziamento sarebbero rimasti gli tessi dell’anno scorso”. L’indicazione della possibilità di “ammorbidire” la questione distanziamento è arrivata in ritardo e così il Dirigente, per poter garantire la sicurezza nelle classi prime, in base ai parametri in vigore fino a luglio, ha dovuto rifiutare alcune iscrizione al Liceo delle Scienze Umane, decisioni che diventano ancora più amare se poi le regole cambiano da un giorno all’altro.
“Affrontare il nuovo anno scolastico con l’obiettivo di garantire il mantenimento in salute di tutti è senza dubbio una priorità e sono d’accordo con la promozione della vaccinazione per i docenti e il personale ATA in generale. La nostra è una comunità numerosa, non si può ragionare in termini di individualità sparse. Aspettiamo e speriamo che le decisioni che si prenderanno non rendano ancora più complicato la ripresa delle lezioni, che richiede un coordinamento complicato già in tempi normali”.

 

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Gazzettino.pdf)Gazzettino.pdf1023 kB
Scarica questo file (LaVoce.jpg)LaVoce.jpg902 kB
Scarica questo file (RestoCarlino.jpg)RestoCarlino.jpg675 kB
Scarica questo file (RovigoOggi.it.pdf)RovigoOggi.it.pdf465 kB